.
Annunci online

FireMan e ora guardiamo oltre...
Resta aggiornato con i feed: Feed RSS di questo blog Feed ATOM di questo blog
DIARI
30 giugno 2009
Napoli 27-28-29 Giugno

Ci si può sentire pesci fuor d'acqua nella propria città.
Si, o almeno è cosi che mi sento oramai quando vado a Napoli. Mia madre insiste ogni volta al telefono affinche noi si vada giù più spesso, ha anche comprato un divano letto matrimoniale cosi che non avessimo più la scusa che nei lettini di quando eravamo ancora a casa io e mia sorella si dorme male.
Già, matrimoniale, se penso che fino a qualche anno fa... ma il tempo, la caparbietà e l'amore può anche questo.

Sabato abbiamo trascorso una serata speciale.
Domenica sera invece siamo scesi a fare un giro a Piazza Bellini. Volevo vedere quella piazza dopo i fatti di 2 settimane fa, volevo vedere coi miei occhi.
In piazza - almeno mi sembra - son stati rifatti i marciapiedi, son stati allargati cosi che le macchine provenienti da via di San Sebastiano possono passare una alla volta... In più, i bar presenti, quelli sotto le scalette tipo Intra Moenia, bar Arabo, etc., hanno messo delle piante a delimitare gli spazi che però tagliano la visuale dalla strada. Cosi tra strada stretta e piante la piazza è diventata soffocante... almeno per me.
Quando siamo arrivati era presente solo una macchina della Polizia Municipale, poco dopo è arrivata una volante che ha raccolto un po di documenti - si anche i nostri, si saranno chiesti come mai l'indirizzo è lo stesso? - e una volta poi restituiti sono andati via.

C'erano un bel po di gay, iper-riconoscibili. Non c'erano invece quei soliti avvetori etero che ricordo in passato... a dirla tutta mi sa che di etero l'altra sera non ce n'erano proprio. Forse per via del clamore. Forse perche la piazza ora è sotto la lente d'ingrandimento.

Ad ogni modo, a me pareva una atmosfera artificiale che, tra l'altro, non mi faceva stare a mio agio.
Non sono un turista nonostante vengo da fuori, Napoli è la mia città ma oramai sono fuori dai ritmi, dalle regole non scritte, abituato ad altro e per questo mi sentivo fuori luogo. Al punto da preferire andarmene dopo un po.
Forse perché oramai la mia vita è altrove.



 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napoli privato

permalink | inviato da FireMan il 30/6/2009 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
DIARI
17 ottobre 2008
Oggi il cielo è grigio, scuro

Il cielo ci si è messo di impegno, ha deciso di non aiutarmi. Sono uscito a prendere un caffè e l'ho trovato grigio, scuro. Sono uscito dal bar e pioveva.
Oggi sono combattuto. Da una parte mi fa piacere andare a Napoli, come sempre ogni volta che ci vado perché son davvero poche le volte - manco da febbraio, dal compleanno di mio padre - e tutto sommato Napoli è sempre la mia città.
Dall'altro però mi irrita partire perché parto da solo, perché non avrò modo di riposare, perché i miei tempi saranno stravolti in questo weekend con mia madre e mia sorella.

Ma non potevo dire di no.
Domenica c'è una ricorrenza familiare, con pranzo annesso. Due miei zii - da parte di padre - compiono 50 anni di matrimonio ed hanno deciso di festeggiare alla grande. Mi hanno spedito - addirittura - l'invito a casa. Che formalità, che chic, tsé.
Qello di mio padre è il ramo di famiglia che non ho mai più avuto modo di incontrare ne frequentare da quando mi son trasferito. E pensare che con alcune mie cugine siamo stati davvero molto legati. Ma loro da circa 10 anni non hanno più mie notizie se non tramite mia madre - notizie di seconda mano insomma - non hanno alcuna idea di come sia la mia vita qui a Roma, di come sia evoluta, di come io mi sia fatto una famiglia (che, sinceramente, non so nemmeno se loro riterranno tale). E cosi tutta la parentela di quel ramo. Con il ramo materno della famiglia è tutta un altra storia. Ecco perché vado da solo. Presentarsi in due senza nessun preavviso non era propriamente corretto.

Un altra prova da superare. Pensavo fossero finite. Immaginavo non ci sarebbero state più occasioni simili, dove io da solo avrei rivelato chi fossi in realtà. Perché questa è la mia intenzione se ne avrò occasione. Perché non si ripeta più che io vada da solo a Napoli di nuovo.
Perché chi mi ama, ama venire con me a Napoli ed io amo andare con lui a Napoli.

Boston Globe - The Big Picture, nella raccolta "Days of Autumn". Non ha nulla a che vedere con quanto scritto ma mi piace :)



 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. famiglia napoli parenti

permalink | inviato da FireMan il 17/10/2008 alle 11:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
SOCIETA'
15 ottobre 2008
Gomorra, Napoli, Italia

Gomorra, Napoli, ovvero la vergogna di uno stato che si definisce moderno, democratico, sicuro per le impronte prese ai bambini nei campi ROM e non riesce invece a salvaguardare la vita dei suoi membri.

Saviano: "Yo, prisionero de Gomorra, me iré de Italia para tener una vida"

L'auteur de Gomorra veut quitter l'Italie

Mordpläne gegen Mafia-Autor Roberto Saviano

"Gomorra" author to flee Italy after death threat



"Gomorra" - il film - è candidato all'Oscar 2009.
"Gomorra" attirerà gli occhi del mondo - semmai ce ne fosse ancora bisogno - su Camorra/Mafia/Ndrangheta, sulla loro esistenza, sui loro sistemi, sulle loro regole, sulla loro forza. E sull'inutilità dell'azione dello stato nel debbellare questo cancro che ogni volta sopravvive a se stesso più forte, più crudele.

E intanto si pensa a mantenere l'italianità di una società svendendola ad imprenditori che hanno sicuramente altri interessi che buttarsi nel trasporto aereo.
Si finge di combattere la prostituzione consentendo - non nelle parole ma, bensì, nei fatti - che riaprano i casini.
Si votano classi separate per bimbi immigrati.

Ecco.

Forse Saviano fa la scelta migliore andando via da questo paese. Non ne siete convinti anche voi?
Io comincio a credere proprio di si.



 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napoli saviano gomorra

permalink | inviato da FireMan il 15/10/2008 alle 16:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
15 febbraio 2008
Napoli, Piazza Vanvitelli, 14 Febbraio 2008

Posted also on GayToday



 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 194 Napoli Piazza Vanvitelli

permalink | inviato da FireMan il 15/2/2008 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
vita familiare
1 febbraio 2008
Via di qui
Via di qui.
Oggi la voglia di evadere e di allontanarmi, di staccare la spina, è tanta ed impellente.
Cosi stasera si parte.
Anche per le pressioni di mia madre, ripetute ad ogni singola telefonata, al punto che mi ha quasi insospettito e fatto pensare che forse il mio compleanno non sia la sola ragione per cui insiste affinché noi si vada giù.
Certo se il dolore alla gamba smettesse potrei pensare di andare a fare un giro per la città domani a vedere con i miei occhi se e quanto quello che dicono i giornali e le TV sia vero, ma temo non sarà possibile. Ho un dolore all'inguine che si propaga poi sulla coscia. Non riesco a stare seduto ne steso, posso solo stare in piedi e faccio fatica a camminare. Stamani ero sveglio già alle 5:00, non riuscivo a trovare una posizione comoda per dormire. Ed ho svegliato anche Cucca.
Il letto in cui dormirò stanotte è quello di quando stavo ancora dai miei: letto singolo, materasso duro come una pietra e cuscino troppo morbido. Spero non peggiori il mio dolore.

Pertanto, buon weekend, ci si ritrova qui non prima di Domenica.

 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napoli a'munnezza

permalink | inviato da FireMan il 1/2/2008 alle 12:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio        luglio
Che giorno è oggi?

Link:

- Aut Magazine
- GayPolitics
- Commercial Closet
- PLAYGROUND
Citazione dotta:

Se comprendiamo che due uomini o due donne si possono amare; se accettiamo che possono avere tra loro un rapporto giuridico, se riteniamo inoltre che tale rapporto può comportare l’adozione, perché non dovremmo chiamare un simile rapporto matrimonio?

Josè Luis Rodriguez Zapatero

Tag principali:

partito democratico pride arcigay napoli omofobia acquario pd diritti civili glbt libreria babele roma gay lavoro personale politica mario mieli qpix veltroni privato diritti società

Questo blog è anche su:


Gay and Lesbian Blogs - Blog Catalog Blog Directory      Add to Technorati Favorites        Vote for this site at Freedom Forum    
Chi è FireMan?

FireMan-AutoRitratto

Disclaimer

Puoi contattarmi a:

Cosa sto leggendo:


Questo Blog nasce il
29 Settembre 2005

You don't speak italian but
u're too courios?

Sono anche su Facebook
Mi vuoi conoscere? mandami le tue coordinate!



Playlist



Cerca:



Curiosità:

Blog letto 1 volte