.
Annunci online

FireMan e ora guardiamo oltre...
Resta aggiornato con i feed: Feed RSS di questo blog Feed ATOM di questo blog
POLITICA
19 giugno 2007
Post Pride
Pride.
Ne è passato un altro.
Volutamente mi sono astenuto dallo scrivere del Pride nell'ultima settimana che lo ha preceduto. E volutamente non ne ho scritto fino ad oggi. Tutti scrivevano ed io mi guardavo intorno, ascoltavo chi ne parlava in TV ed alla radio, leggevo gli articoli sui quotidiani e sui siti online, su tutti i blog che ho tra i miei feed.

Il Pride è stato meraviglioso. Questo è tutto quanto dirò. Qualsiasi altra cosa lo ha già detto qualcun'altro/a.

Il giorno dopo.
Il giorno dopo cosa si fa? Dopo esserci ammazzati i piedi - mai come quest'anno - sotto il sole, dobbiamo ancora riprenderci dall’impegno messo in questa manifestazione.

Non parlerò di tutti gli omosessuali, le lesbiche, i trans ed i bisex che non c’erano, hanno a mio avviso perso una grande occasione per far qualcosa per se e per tutti gli altri. Ma il Pride è passato e dal giorno dopo in poi, in ballo, ogni giorno, non c’è più solo il Pride.
Si perché se è vero - come è vero - che eravamo molti di piu dei partecipanti al FamilyDay, lunedi nessuno si è minimamente curato di considerarci un soggetto con cui parlare, anzi grazie ai nostri media si è subito passati nel dimenticatoio.
E allora lasciamo che ci siano ancora il Catania Pride, il Milano Pride - Christopher Street Day ed il Verona Pride, perché Giugno è il mese del Pride.
Ma a Settembre sarà finito il tempo dei Pride e verranno di nuovo tutti i nodi al pettine, e noi? Cosa faremo? Cosa sarà di quella unità di intenti sancita a Gennaio e che ci ha portato al Pride che abbiamo avuto?
Già qualcuno ha - scorrettamente - ringraziato i suoi per la riuscita dimenticando però che a lavorare materialmente erano stati altri.
Io penso che un Pride di successo come quello di quest'anno sia dovuto fondamentalmente a due peculiarità:
unità del movimento,
location: Roma.
Ne sono convinto. Il pride Nazionale, unitario deve essere nella capitale, così come in tutti i paesi d'Europa, e ciò non toglie che ovviamente ci possano essere anche Pride locali organizzati dalle associazioni attive sul territorio.
Questa volta il compromesso è stato Pride 2007 a Roma, Pride 2008 a Bologna e già si legge Pride 2009 in Veneto.
Per il momento ci godiamo il successo di Roma e vedremo cosa succederà.

Posted also on GayToday

 
Sfoglia maggio        luglio
Che giorno è oggi?

Link:

- Aut Magazine
- GayPolitics
- Commercial Closet
- PLAYGROUND
Citazione dotta:

Se comprendiamo che due uomini o due donne si possono amare; se accettiamo che possono avere tra loro un rapporto giuridico, se riteniamo inoltre che tale rapporto può comportare l’adozione, perché non dovremmo chiamare un simile rapporto matrimonio?

Josè Luis Rodriguez Zapatero

Tag principali:

veltroni glbt arcigay politica società napoli libreria babele roma pride omofobia mario mieli qpix privato pd gay acquario diritti diritti civili personale lavoro partito democratico

Questo blog è anche su:


Gay and Lesbian Blogs - Blog Catalog Blog Directory      Add to Technorati Favorites        Vote for this site at Freedom Forum    
Chi è FireMan?

FireMan-AutoRitratto

Disclaimer

Puoi contattarmi a:

Cosa sto leggendo:


Questo Blog nasce il
29 Settembre 2005

You don't speak italian but
u're too courios?

Sono anche su Facebook
Mi vuoi conoscere? mandami le tue coordinate!



Playlist



Cerca:



Curiosità:

Blog letto 1 volte