.
Annunci online

FireMan e ora guardiamo oltre...
Resta aggiornato con i feed: Feed RSS di questo blog Feed ATOM di questo blog
POLITICA
5 giugno 2008
Omofobia polacca

Stefan Niesiolowski, portavoce del parlamento polacco, ha affermato in una intervista televisiva che le famiglie costituite da membri dello stesso sesso sono anormali ed ha descritto una coppia di donne lesbiche con figli come una "seria partologia".
Niesiolowski ha inoltre affermato che sosterrebbe una legge che prevedesse l'allontanamento di minori dalle persone omosessuali qualora quest'ultime "si accasassero con un altro omosessuale e la loro casa fosse un luogo di permanente depravazione".

Da Pinknews



 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. omofobia polonia

permalink | inviato da FireMan il 5/6/2008 alle 14:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
13 dicembre 2007
Il perché di una norma antidiscriminatoria
Perché è fondamentale una norma antidiscriminatoria e contro l'incitamento alla violenza contro persone GLBT? Ecco un esempio:
Blogger bianchi e supermacho elencano i gay eletti.

Su diversi blog di bianchi supermacho è venuto a galla un documento contenente l'elenco di politici gay e lesbiche nelle contee di Madison e Dane in Wisconsin. In uno di questi post, il blogger accompagna l'elenco con il seguente messaggio:
Non incoraggerei mai i miei lettori ad intraprendere azioni violente dirette contro ogni frocio ("faggots"), sarebbe illegale. Tuttavia, se in futuro la legge per qualche motivo dovesse cambiare, conservando queste informazioni qui e su diversi altri computer in tutto il paese, questi froci potrebbero maledire il giorno in cui son venuti allo scoperto (“came out of the closet”). Se quel giorno arriverà [quando diverrà legale linciare i froci], sarò piu che felice di fornire queste informazioni a tutti coloro i quali potrebbero legalmente impiccare i degenerati.
L'elenco è stato preso da Actwin, una associazione per i diritti dei gay dell'Ohio, e contiene i nomi di gay eletti ufficialmente in tutto il paese.
E ora andate a raccontare questo a Veltroni, Binetti, D'Alema & Co.

Posted also on GayToday



 
POLITICA
2 novembre 2007
Contrari, non contro
In realtà ne ho già accennato.
Per rinfrescarci la memoria: io penso non sia doveroso appoggiare e/o sostenere chiunque faccia qualcosa contro l'omofobia solo perche lo ha fatto. Penso sia necessario anche guardare al come ed al quando.
E quindi ho criticato la scelta fatta da un gruppo di froci/e più famosi per quanto dichiarato in questa lettera. E resto della mia opinione.
Imma Battaglia - presidente del DGP - ribadisce invece questa sua convinzione in questo suo resoconto delle giornate di READY (Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere – all’interno del Festival della Creatività di Firenze):
[...]
siamo ancora più perplessi rispetto all’animosità, che ha raggiunto in alcuni casi vere e proprie sfumature di violenza verbale, delle reazioni che alcune associazioni glbt ed altri hanno avuto rispetto alla campagna.


Sicuramente io non sono nei pensieri di Imma Battaglia - non sono famoso ne tantomeno influente - ma decisamente sono uno di quegli altri a cui fa riferimento. Premesso che non ho letto nessun altra dichiarazione riilasciata da altre associazioni, mi viene comunque da chiedermi: da quando non esser daccordo, non condividere, significa necessariamente esser contro?
Attenzione: qui, si sta parlando dei mezzi non delle intenzioni.

Ho come l'impressione che da un po di tempo a questa parte, nella comunità GLBT - o almeno in quella sua frangia impegnata - valga il motto "o con me o contro di me!" e non esiste altra via.
A ben vedere i vari GLBT debbono per forza di cose esser schierati, allineati, uniformati al pensiero comune e maggioritario altrimenti si è contro. Non è lasciata la libertà di osservare dal di fuori, ed eventualmente esprimere la propria opinione. Al più è concesso di esser contro ma ovviamente si diventerà oggetto di accuse e si verrà considerati nemici.

Ma questo modo di affrontare le cose ci fa bene? E' un metodo costruttivo di affrontare i problemi o, piuttosto, è l'unico modo per ribadire un potere e/o una notorietà acquisiti o cercare di acquisirne?

Posted also on GayToday



 
CULTURA
22 ottobre 2007
Jake Gyllenhaal
Intervistato da Times Online durante la sua permanenza a Londra per la promozione del suo ultimo film Rendition Jake Gyllenhaal ha chiarito cosa intendeva con la sua affermazione: "Non penso sarei dispiaciuto se succedesse" rilasciata ai tempi di Brokeback Mountain.

Gyllenhaal afferma: "Non mi è mai successo. Quello che intendevo è perché scartare a priori una possibilità nella mia vita? Fu intesa come una provocazione ma non lo era. Semplicemente, ritengo l'idea dell'omosessualità accettabile. Son cresciuto in una città dove la metà delle persone che conosco sono gay.

[...]

L'amore non ha limiti e queste due persone (NdF:i protagonisti di Brokeback Mountain) trovano una connessione tra loro in quel desolato Wyoming. Determinare cosa era sbagliato e cosa no era sempre difficile durante quel film. Ma si, ho visto cos'è l'omofobia dall'interno cosi come non l'avrei mai potuta normalmente sperimentare."

In merito invece alle voci di un probabile seequel di Brokeback interpretato da Heath Ledger esse sembrano non vere.

Da Towelroad

Posted also on GayToday



 
CULTURA
26 settembre 2007
Agapo, ovvero della menzogna assunta a verità
Qualche tempo fa lessi di Agapo. Visitai il sito e mi resi conto che, giocando su una piccola assonanza con Agedo i promotori di questa pseudo associazione provano a diffondere la teoria errata che l'omosessualità è curabile. Mi chiedo come si pensa di poter curare qualcosa che non è riportato negli elenchi del OMS. Ma tant'è. Sollecitato da alcuni blog ho inviato una mail di dissenso a tale sito, mail che immagino sia partita in un consistente numero dal momento che qualche giorno fa ricevo:
Caro amico,


sul nostro sito www.agapo.net abbiamo aperto una rubrica “Risposte alle lettere” in cui i genitori di AGAPO rispondono a una serie di obiezioni o contestazioni che sono state loro fatte, tra cui anche la tua.
Abbiamo riportato alcune tra le lettere più rappresentative sul nostro sito, rendendole ovviamente anonime.

Saluti

I Genitori di AGAPO
cosi, senza firma.
Ovviamente sono stato sul sito. Mi spiace che il loro contatore sia salito anche grazie a me, spero non si siano fatti l'illusione che l'aumento delle visite sia proporzionale alla condivisione delle loro tesi perché - almeno nel mio caso - si son sbagliati e di grosso.

Ad ogni modo, ciò che ho letto è abberrante: si spaccia l'omosessualità per una malattia, si propongono terapie (volontarie) per guarire avvalorandole ancora di più parlando genericamente di ex-gay, si confonde poi l'omosessualità con uno stile di vita al pari dell'essere vegetariano o carnivoro. Infine si cita la fantomatica Lobby Gay esistente in Parlamento al pari delle sparate dei vari Calderoli e Tremaglia.

Insomma, un mare di luoghi comuni.

Ebbene, nel ringraziare i gentili signori anonimi - si riesce solo a conoscere il nome ed il cellulare di colei che ha registrato il dominio - della loro risposta, voglio però che sia chiaro che reputo il loro sito e le loro teorie menzognere e pericolose per tutti quelli che soffrono per la diffusa omofobia che anche loro contribuiscono ad alimentare.

Posted also on GayToday



 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Agapo Omofobia

permalink | inviato da FireMan il 26/9/2007 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio        luglio
Che giorno è oggi?

Link:

- Aut Magazine
- GayPolitics
- Commercial Closet
- PLAYGROUND
Citazione dotta:

Se comprendiamo che due uomini o due donne si possono amare; se accettiamo che possono avere tra loro un rapporto giuridico, se riteniamo inoltre che tale rapporto può comportare l’adozione, perché non dovremmo chiamare un simile rapporto matrimonio?

Josè Luis Rodriguez Zapatero

Tag principali:

partito democratico pride arcigay napoli omofobia acquario pd diritti civili glbt libreria babele roma gay lavoro personale politica mario mieli qpix veltroni privato diritti società

Questo blog è anche su:


Gay and Lesbian Blogs - Blog Catalog Blog Directory      Add to Technorati Favorites        Vote for this site at Freedom Forum    
Chi è FireMan?

FireMan-AutoRitratto

Disclaimer

Puoi contattarmi a:

Cosa sto leggendo:


Questo Blog nasce il
29 Settembre 2005

You don't speak italian but
u're too courios?

Sono anche su Facebook
Mi vuoi conoscere? mandami le tue coordinate!



Playlist



Cerca:



Curiosità:

Blog letto 1 volte