Blog: http://FireMan.ilcannocchiale.it

La Casta dell'Arcigay

Pierluigi Diaco pubblica sul suo blog il post La Casta dell'Arcigay che riprende l'articolo pubblicato su 'Il Giornale' - no, il link non ve lo metto - in cui un solerte giornalista intervista Daniele Nardini, direttore editoriale di Gay.it - no, non metto nemmeno questo tanto è facile - in merito alla sua inchiesta sui finanziamenti ed i tesseramenti di ArciGay.
So che Diaco se può parlar male di Acigay lo fa senza pensarci su nemmeno una volta... fatti suoi il perché. Non che qui si sia grandi estimatori di Mancuso & Co., ma personalmente mi distinguo da lui perché:

  1. dichiaro apertamente il mio orientamento sessuale,
  2. sono stato coinvolto in prima persona nel movimento GLBT
e non mi pare di aver letto dichiarazioni simili da parte di Diaco se non su media di gossip che seppur autorevoli non possono certo far fede.

Tralasciando per un momento il fatto che tale inchiesta sia stata riportata solo ed esclusivamente da 'Il Giornale', mi chiedo perché Gay.it - che fa capo ad Alessio De Giorgi il quale fino a prima dell'avvento di Mancuso era uno tra i massimi dirigenti dell'associazione oltre che tra i più influenti grazie anche alla visibilità acquisita grazie al portale Gay.it - abbia deciso solo ora di fare tale inchiesta quando le regole sono le stesse da un bel po di tempo. Inoltre, De Giorgi era ancora dirigente Arcigay quando si decise di unificare le tessere del circuito ricreativo e quelle del circuito politico.

Qualcuno a questo punto potrebbe dire "i panni sporchi si lavano in famiglia" - magari allargata, aggiungerei - e sebbene io la maggior parte delle volte la pensi diversamente questa volta concordo in pieno.
Si, perché rilasciare una intervista ad un quotidiano faziosamente di destra quale 'Il Giornale' implica sputtanarsi e sputtanare il movimento GLBT in toto, dare per di più adito a parlare a personaggi quali Diaco oltre che la possibilità di pubblicare l'articolo a 'Il Giornale'.
E sinceramente questo ce lo potevamo risparmiare almeno questa volta.

Pubblicato il 16/4/2009 alle 14.31 nella rubrica CoseFrocie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web